Bonus mobili ed elettrodomestici 2021

Stai per effettuare l’acquisto di arredi o elettrodomestici? Sapevi che puoi avere diritto ad una detrazione Irpef del 50% sulla spesa che dovrai sostenere?

Idee per arredare la cucina
Idee per arredare la cucina

Per l’acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici ad elevate prestazioni energetiche è prevista una detrazione del 50%, se questi sono destinati ad arredare un immobile oggetto di ristrutturazione.
Questa importante agevolazione è stata prorogata anche per gli acquisti che si effettuano nel 2021, con un aumento del limite di spesa detraibile a 16.000 € (era di 10.000 € per gli acquisti effettuati entro il 2020). Ecco tutto ciò che devi sapere.

Quali interventi edilizi sono necessari

Per avere diritto alla detrazione è necessario avere effettuato un intervento di ristrutturazione edilizia iniziato non prima del 1° gennaio 2020.

Sono validi ai fini della detrazione gli interventi edilizi di manutenzione straordinaria, restauro e risanamento conservativo, ristrutturazione edilizia su singoli appartamenti. Oltre a questi, se i lavori sono stati svolti su parti comuni di edifici residenziali, sono ammessi anche gli interventi di manutenzione ordinaria.

Per quali prodotti è valido il bonus

La detrazione spetta per l’acquisto di mobili nuovi come letti, armadi, cassettiere, librerie, scrivanie, tavoli, sedie, comodini, divani, poltrone, credenze, materassi e apparecchi di illuminazione.

Sono detraibili anche le spese per l’acquisto di elettrodomestici nuovi delle più alte classi energetiche, come frigoriferi, congelatori, lavatrici, lavasciuga e asciugatrici, lavastoviglie, apparecchi per la cottura, stufe elettriche, forni a microonde, piastre riscaldanti elettriche, apparecchi elettrici di riscaldamento, radiatori elettrici, ventilatori elettrici e apparecchi per il condizionamento.

In tutti i casi, per avere la detrazione è necessario effettuare i pagamenti con carta di debito, carta di credito o bonifico (non è necessario utilizzare il bonifico per le spese di ristrutturazione edilizia, che peraltro è soggetto a ritenuta). La detrazione è ammessa anche se i beni sono acquistati con un finanziamento a rate.

Per quali prodotti è valido il bonus

La detrazione spetta per l’acquisto di mobili nuovi come letti, armadi, cassettiere, librerie, scrivanie, tavoli, sedie, comodini, divani, poltrone, credenze, materassi e apparecchi di illuminazione.

Sono detraibili anche le spese per l’acquisto di elettrodomestici nuovi delle più alte classi energetiche, come frigoriferi, congelatori, lavatrici, lavasciuga e asciugatrici, lavastoviglie, apparecchi per la cottura, stufe elettriche, forni a microonde, piastre riscaldanti elettriche, apparecchi elettrici di riscaldamento, radiatori elettrici, ventilatori elettrici e apparecchi per il condizionamento.

In tutti i casi, per avere la detrazione è necessario effettuare i pagamenti con carta di debito, carta di credito o bonifico (non è necessario utilizzare il bonifico per le spese di ristrutturazione edilizia, che peraltro è soggetto a ritenuta). La detrazione è ammessa anche se i beni sono acquistati con un finanziamento a rate.

L’importo massimo di spesa

La detrazione del 50% viene applicata su un importo massimo complessivo di 16.000 €, che quindi include le spese sostenute per l’acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici. La detrazione a cui si ha diritto verrà quindi ripartita in dieci quote annuali di pari importo.

La detrazione si ottiene indicando le spese sostenute nella dichiarazione dei redditi e spetta unicamente al contribuente che usufruisce della detrazione per le spese di ristrutturazione. Per questo motivo è fondamentale che le spese per l’acquisto degli arredi vengano sostenute dalla stessa persona che ha sostenuto le spese di ristrutturazione.